Riapertura Centri di Raccolta e Gestione dei rifiuti urbani in relazione alla trasmissione dell’infezione da Covid-19 (Coronavirus)

Come da indicazioni del Rapporto ISS COVID – 19 n. 3/2020, si raccomanda l’adozione delle seguenti procedure operative ritenute sufficientemente protettive per tutelare la salute della popolazione e degli operatori del settore dell’igiene ambientale (Raccolta e Smaltimento Rifiuti) - Riapertura Centri di Raccolta dal 4 MAGGIO solo su APPUNTAMENTO tramite numero verde 800844344.

In osservanza a quanto previsto dalle disposizioni sanitarie volte a minimizzare i rischi di contagio da Covid-19, l'accesso ai CENTRI DI RACCOLTA potrà avvenire esclusivamente su APPUNTAMENTO. L'utente dovrà chiamare il numero verde aziendale 800844344 - tasto 0. L'apertura del CENTRO DI RACCOLTA di MORARO è prevista per il 4 MAGGIO prossimo.

  • Si accede solo su prenotazione che si può effettuare chiamando il numero verde 800844344 –opzione 0
  • Si accede SOLO previo appuntamento: chi si presenta senza aver prima fissato un appuntamento con il numero verde non viene ammesso al Centro.
  • Bisogna presentarsi al centro di raccolta in leggero anticipo onde consentire agli addetti al centro di effettuare le verifiche di ammissibilità dell’utente.
  • Si accede solo muniti di mascherina e guanti
  • Il volume massimo di materiale conferibile è di circa 2metri cubi
  • Le operazioni di scarico del rifiuto sono a cura dell’utente: il personale di Isontina Ambiente non è autorizzato a dare il proprio supporto.
  • È autorizzato ad accedere al Centro di Raccolta un solo utente alla volta salvo i casi in cui le dimensioni e i volumi dei beni da conferire non siano tali da giustificare la presenza di una seconda persona di supporto allo scarico.
  • L’attesa del proprio turno di accesso deve avvenire all’interno del proprio veicolo e in sua prossimità: il veicolo deve stazionare a motore spento.
  • Le operazioni di conferimento dei rifiuti devono concludersi entro 15 minuti dal momento dell’accesso.

Raccomandazioni per la gestione dei rifiuti urbani in relazione alla trasmissione dell’infezione da Covid-19 (Coronavirus).

   Come da indicazioni del Rapporto ISS COVID – 19 n. 3/2020, si raccomanda l’adozione delle seguenti procedure operative ritenute sufficientemente protettive per tutelare la salute della popolazione e degli operatori del settore dell’igiene ambientale (Raccolta e Smaltimento Rifiuti);

UTENZE CON PRESENZA DI SOGGETTI POSITIVI AL TAMPONE O IN QUARANTENA OBBLIGATORIA,

Nelle abitazioni in cui sono presenti soggetti positivi al tampone, in isolamento o in quarantena obbligatoria, viene interrotta la raccolta differenziata e tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura (inclusi fazzoletti di carta, rotoli di carta, teli monouso, mascherine e guanti) sono considerati rifiuti indifferenziati e, pertanto, devono venir raccolti e conferiti tutti insieme.

   Per la raccolta dovranno essere utilizzati almeno due sacchetti, inseriti l’uno all’interno dell’altro, o anche in numero maggiore in dipendenza della loro resistenza meccanica.

Si raccomanda di:

  • chiudere adeguatamente i sacchi utilizzando guanti mono uso
  • non schiacciare e comprimere i sacchi con le mani
  • evitare l’accesso di animali da compagnia ai locali dove sono presenti i sacchetti di rifiuti
  • smaltire il rifiuto dalla propria abitazione secondo le procedure in vigore sul territorio (esporli fuori dalla propria porta negli appositi contenitori, o gettarli negli appositi cassonetti condominiali o di strada).

 

UTENZE PRIVE DI PROBLEMI SANITARI CONSEGUENTI AL COVID-19

   In caso di abitazioni in cui NON sono presenti soggetti con problemi sanitari conseguenti alla diffusione del COVID-19 (Coronavirus), devono essere mantenute le procedure e le regole della raccolta rifiuti in vigore nel territorio di appartenenza, non interrompendo la raccolta differenziata.

   A scopo puramente cautelativo fazzoletti o rotoli di carta, mascherine e guanti eventualmente utilizzati e che rientrano nella categoria dei rifiuti indifferenziati (secco residuo), prima del loro inserimento nel sacco giallo o nel mastello o nel cassonetto di prossimità dovranno essere inseriti in almeno due o più sacchetti, uno dentro l’altro, in dipendenza della resistenza meccanica dei sacchetti stessi.

   Si raccomanda di chiudere adeguatamente i sacchetti, utilizzando guanti monouso, senza comprimerli e utilizzando legacci o nastro adesivo e di smaltirli come da procedure già in vigore (esporli fuori dalla propria abitazione negli appositi contenitori, o gettarli negli appositi cassonetti condominiali o di strada).

   Si ringraziano gli utenti per la gentile collaborazione e si ricorda che rimane attivo il numero verde 800 844 344 per eventuali informazioni o richieste di chiarimento.